Translate

Il segreto della felicità è la libertà. Il segreto della libertà è il coraggio. "- Tucidide. Θουκυδίδης, Thūkydídēs -Atene,ca. a.C. 460 a.C.- dopo il 440 a.C. -

5 aprile 2018

prospettive.

Prospettive:

Le prospettive per il futuro sono critiche , le conseguenze della secondo guerra mondiale tormentano ancora l'attuale situazione, non riusciamo a trovare un nuovo modello di evoluzione, restiamo ancorati, legati, crocefissi a schemi medioevali incapaci di poter aggiornare le personali istanze motivazionali. 
Sostenere che non ci sono rimedi rapidi è solo una scusa per continuare nel passato senza guardare al futuro. Certo non è facile come aggiornare con un nuovo programma un  computer, il ritmo dei cambiamenti è legato a strutture obsolete, lente, burocratiche, avvezze alla confusione, mentre simo nell'era del digital e queste persone non vogliono accorgersene anzi ignorano al solo fine di propri interessi acquisì che potrebbero crollare. L'errore è quello di fermarsi a consolidare i propri interessi senza aprirsi agli interessi collettivi. Un incedere tra essere liberi o non esserlo. Assurdo.
Quello che si deve considerare è il modello attuale completamente concentrato su dei valori sociali discutibili ma che vengono presentati come ottimali, questa struttura blocca ogni evoluzione politica sociale e nemmeno ne tenta sperimentazioni o ipotesi diverse di rifermento sociale. 
La crisi di questo sistema è evidente i tassi di fertilità sono in calo in tutto il mondo. I dati di censimento mostrano la situazione è più o meno grave ovunque.
Il tasso di mortalità per gli uomini in età lavorativa continua a languire a livelli osservati in paesi molto più poveri, a causa principalmente di malattie prevenibili e incidenti sul lavoro. E le vite più lunghe comportano costi pensionistici sempre più alti tutti stanno zoppicando nella più lunga recessione in due decenni, recessioni a volte mascherate da momentanee riprese a scopo tranquillante . Salvo alcune eccezioni come la Cina.

Una grande generazione se ne sta andando proprio mentre sta entrando una piccola, meno lavoratori significano meno consumatori e, in definitiva, un mercato più piccolo. La diminuzione della popolazione da sola è sufficiente per battere i livelli di  percentuale sulla crescita del PIL in ciascuno dei prossimi anni,  la strategia dell'immigrazione pone gravi problemi per la sicurezza e la stabilità sociale.
l motore trainante per l'occidente  presenta modelli consumistici di riferimento  obsoleti  ma ben affrancati anche se nel ripetesi possono portare solo ad una estremizzazione  dell dislivello sociale. 
Lilia Ovcharova, https://www.hse.ru/en/org/persons/319533 responsabile degli studi di politica sociale presso la Scuola superiore di economia, afferma che Putin non è in grado di raggiungere la "svolta decisiva" che richiede senza profonde riforme attraverso il vasto apparato statale perché non ci sono "rimedi rapidi". 
Non concordiamo su questo aspetto, a nostro parere Puttin sta cercando d'installare  una "cultura dell'apprendimento continuo" per migliorare la mobilità del lavoro, aprendo le frontiere per attrarre più lavoratori qualificati e instradano i bambini a far fronte a una nuova realtà economica, competitiva obbligata  necessaria in questo momento,  però ha anche il merito di aprirsi a nuove realtà o ipotesi sociali. 
Fatto è che tutte le strutture sociali sono viziate dalla storia e dal contesto nazionalistico e mancano di una apertura globale.
Sostituire valori come quello di riferimento della competizione per il benessere, dopo che milioni e milioni di persone sono stata instradate verso il sogno del benessere e del lusso guidati da un marketing di parte  è arduo e difficile,  la politica della della baguette era applicabile una volta, almeno speriamo.
Il tasso di natalità è basso, dobbiamo investire nelle capacità di ogni bambino e non solo in quelli di talento, tutor e gli psicologi dovrebbero lavorare su questo compito con i bambini che non hanno successo a scuola, ma purtroppo gli stessi tutor e psicologi non hanno modelli alternativi e, quando vi sono vengono bloccati da un sistema sociale obsoleto sin nella struttura sociale della famiglia. il che non ci rende possibile essere   in grado di raggiungere la "svolta decisiva"  evoluzione che richiede, senza profonde riforme della base motivazionale, ma variazioni supportate attraverso il vasto apparato sociale.
Un parallelo semplicistico lo potremmo trovare nella struttura strategica di due acque quella consolidata della Nestle Vera e quella della interessante acqua Lilivia. Un lavoro in progress di strategie di marketing  diverse ma parallelamente contrastanti, che potrebbero anche non compiersi.
-mm-@live.it

23 marzo 2018

La crisi, anzi le crisi.

La crisi, anzi le crisi.

13 anni per progettare costruire il ponte più alto del mondo 
La situazione appare sempre più complessa, i mercati crollano dopo che Trump ha annunciato tariffe contro la Cina.  Le azioni sono crollate intorno al mondo dopo che le nuove  tariffe sono state applicate  sulla Cina. Le azioni degli Stati Uniti sono crollate, spingendo gli indicatori di riferimento verso i minimi  e le autorità cinesi hanno preso misure di ritorsione per conto proprio, suscitando timori che una guerra commerciale possa danneggiare la crescita globale.
I titoli di stato, i titoli del tesoro che sono un obbligo di debito di un governo nazionale hanno esteso i guadagni ,  il dollaro è caduto e, i  gruppi industriali criticano le tariffe e spingono a limitare l'impatto. 

Altra crisi, Regno Unito- Russia.
Intorno all'avvelenamento dell'ex colonnello del GRU Sergei Skripal, il Regno Unito non è disposto ad accettare l'assenza di armi chimiche in Russia. I leader dell'Unione Europea (UE) hanno dato credito all'accusa britannica secondo cui "molto probabilmente" la Russia è responsabile dell'avvelenamento della ex spia sul suolo britannico, anche se Mosca ha negato qualsiasi coinvolgimento.
Secondo le conclusioni del Consiglio europeo, i leader del blocco dei 28 membri "condanna con la massima fermezza il recente attacco a Salisbury, esprime le sue più sentite condoglianze a tutti coloro le cui vite sono state minacciate e presta il loro sostegno alle indagini in corso.
Altra crisi: 
Sul fronte asiatico l'ex presidente della Corea del Sud Lee Myung-bak è stato preso in custodia giovedì sera quando la corte di Seoul ha accettato la richiesta dei pubblici ministeri per arrestarlo conseguente ad una serie di accuse di corruzione. Questo peserà sul prossimo incontro che si terrà tra le due coree.
Altra crisi:
La questione Siria appare sempre meno comprensibile anche perché il  12 settembre  2017  il ministero della Difesa russo  disse  che le truppe del governo siriano, sostenute dall'aviazione russa, avevano  il controllo di quasi l'intero territorio del paese mediorientale il tenente generale del generale Alexander Lapin. , capo dello staff del gruppo delle forze armate russe in Siria comunicò  "Ad oggi, l'85 % del territorio siriano è stato liberato dalle unità armate illegali, mentre circa 27.800 chilometri quadrati del territorio della repubblica devono ancora essere liberati prima che l'ISIS li distrugga completamente". 

Altra crisi Europa-Turchia.
l presidente della Repubblica turca e gli alti funzionari dell'UE si riuniranno il 26 marzo nell'attuale presidenza dell'UE di Varna, Bulgaria, nel tentativo di riprendere il dialogo tra Ankara e Bruxelles. L'incontro arriva dopo i recenti tentativi dell'Europa di disinnescare le tensioni  che vede  in primo luogo la Germania, così da migliorare le relazioni tese e in stallo con Ankara dopo una profonda crisi scoppiata principalmente contro il giro di vite del governo turco dopo il fallito tentativo di colpo di stato.  Il blocco ha promesso di riavviare i colloqui di adesione all'UE della Turchia e consentire viaggi senza visto per i cittadini turchi, una promessa ha stabilito che la Turchia prima deve soddisfare le 72 condizioni necessarie per questo. 
La questione Turca non si risolve nonostante tutti gli sforzi fatti dall'Europa, resta  improbabile che i canali di comunicazione tra Europa e Turchia  vengano aperti al più livelli,  e che le questioni riguardanti entrambe le parti possano essere discusse direttamente più di questo tipo di protocollo diplomatico risolvendo la qualità reale nelle relazioni tra Ankara e Bruxelles. 

18 marzo 2018

Il Caffè si congratula w condivide!

Il Caffè si congratula e condivide!

Pace e stabilita!
Ci uniamo al coro delle congratulazioni per lo strepitoso successo di Putin che sembra ormai un amico di tutti i Russi e di molti altri oltre che ad essere forse il più amato Presidente. Questo lo si coglie su internet.

Nel frattempo, il quotidiano tedesco Bild si è affrettato a congratularsi con l'attuale presidente per la sua rielezione .
Congratulazioni Presidente! 

17 marzo 2018

Allarme dagli Stati Uniti sull'abuso delle bevande alcoliche.

Allarme dagli Stati Uniti sull'abuso delle bevande alcoliche.
Dopo le recensioni fatte dall'Organizzazione mondiale per la sanità  dagli Stati Uniti giunge un nuovo rapporto allarmate del Centers for Disease Control and Prevention (CDC) ,come un'attività sempre più pericolosa. 
Questo studio dimostra che i bevitori alcolici stanno consumando un enorme numero di bevande all'anno, aumentando notevolmente le loro possibilità di danneggiare se stessi e gli altri. L'uso delle bevande alcoliche è  molto più comune negli uomini rispetto alle donne
Il rapporto ha anche rivelato che il binge drinking era più diffuso tra quelli con redditi più bassi e livelli di istruzione inferiori.
Secondo il CDC, l'uso eccessivo di alcool è collegato a cancro, malattie cardiache e insufficienza epatica. Negli Stati Uniti, 88.000 morti sono collegate all'abuso di alcol. Circa il 50 percento di tutti i decessi sono correlati all'abuso di alcol.

16 febbraio 2018

Ancora una volta l'intelligenza globale è preda della voglia di potere e sacrifica i più fragili.

Ancora una volta l'intelligenza globale è preda della voglia di potere e sacrifica i più fragili.

Questo può avvenire?Incapacità o volontà?


Dobbiamo e senza ulteriori proroghe analizzare l'attuale situazione e possibili sviluppi, la questione riguardante l'uso di droghe, la prostituzione, e altri elementi sociali potenzialmente dannosi allo sviluppo delle specie umana sono ammissibili?

La Storia insegna che i poteri forti come quelli Colonialisti del secolo precedente hanno cercato di usare questi metodi al fine di soggiogare popoli delle specie umane.
La Cina ne è stata la tavola più conosciuta.
Soggiogare, indurre alla tranquilla sonnolenza alla rinuncia, per un quiete del potere per potersi arricchire, per sacrificare persone ritenute inutili.

Vero è che sono mondi poco esplorati dalla scienza, un muro di omertà e silenzi ne proibisce l'accesso.
La liberalizzazione dell'uso di droghe sembra un palliativo necessario legato anche alla avidità del potere, aumento del PIL ecc.
Questo sarebbe ammissibile se ci fosse una cultura dominante capace di gestire la situazione. In effetti manca la conoscenza, l'approfondimento, la soluzione.
Le consequenzialità emotive portano ad una completa assuefazione di elementi estranei. Il rifugio nel dimenticare la pochezza che siamo, la incapacità individuale ad emergere in un contesto sociale emarginante, ingiusto sono elementi sottovalutati.
In una situazione di globalizzazione dove ogni cultura ha fatto da tempo l'uso di anestetici naturali, l'uso della coca, l'uso del hascisc, dell'eroina, dell'alcol, ecc. una volta confinato in realtà sociali ed economiche locali ha oggi assunto un aspetto competitivo economico, globale.
Il così detto libero mercato, che poi tanto libero, per i beni essenziali non lo è, apre invece le porte di un mondo sommerso, incapace di gestire e controllarne gli aspetti negativi allo sviluppo culturale e sociale.
Ci ritroviamo ancora una volta davanti a questioni di dominio competitivo con una società incapace sia di spigare il fenomeno che di fornire degli strumenti necessari alla educazione.
Il silenzio inteso come fonte di promozione e muro di attività dannose, non tanto perché illecite nell'analisi di un lecito opinabile non scientifico, non viene testato nella sua progressione.
Un parallelo che  si può vedere nei fenomeni migratori; tutti sapevano, anche perché strutture intelligenti di analisi avevo già predetto il fenomeno, ma il potere non ha fatto nulla per organizzarsi, per prevenire, continuando nella ormai scontata pratica di arricchimento.
Per la questione droghe, è la stessa cosa, culture localizzate stanziali incontrano culture migranti e, come ben sappiamo in ogni cultura vi è del bene ma anche del male.
Il fenomeno è che al male si aggiunga altro male è come sta avvenendo.
L'antropologia insegna che l'adattamento della specie avviene nel contesto locale d'influenza. Il travasarsi repentino in questo contesto di altri fattori che trovano la specie stanziale locale culturalmente scoperta provoca la distruzione della specie soggiogata, il disinteresse della specie dominante locale, opportunismo sacrifica ma nella progressione del tempo viene elimiato.
La volontà di mantenere popolazioni nell'ignoranza  la mancanza in logiche di potere nell'infondere cultura al fine di poter dominare, sicuri nella loro protervia di poter conquistare il mondo e soggiogarlo, si ritrova  essere terreno facile di conquista.  Un potere che tace sperando che altri, qualche eroe sconosciuto "leverà le castagne dal fuoco". è un potere obsoleto.
I più fragili i meno motivati, gli emarginati, i più giovani ne pagano le conseguenze.
Ci ritroviamo con in un momento dove esiste solo l'interesse di un sistema economico.
Se una volta nei ministeri degli interni poteva prevalere una logica di controllo legata a lobby locali, esempio in Italia quella del vino legata al PIL, oggi nel PIL entrano voci concorrenziali, lasciando alla libertà individuale le scelte, dimostra quanto la situazione si sia ammalata.
Ci Samo già espressi in relazione alla struttura stessa del PIL e non ritorneremo sull'argomento poiché saggi uomini di potere e illustri professori sanno e da vigliacchi si nascondono.
Resta insoluta la situazione della fragilità sociale, culturale, individuale,
che ignara affronta incoscientemente i mali di questo mondo.
Soluzioni? 
Già dette e inascoltate, cultura, conoscenza e sopratutto ricerca anche in quei campi umanistici etico socializzanti che permetterebbero alla gente di conoscere prima di subire.
Il dovere del Potere? 
Dovrebbe essere quello di non punire ma intervenire affinché i più fragili non vengano schiavizzati.

Questo è un confine dell'incognito su ciò che è etico e non lo è su ciò che fa bene alllo sviluppo della specie umana o non lo fa. Come un sistema può allora condannare l'eticità di sperimentazioni scientifiche oltre l'immaginabile se non sa gestire una situazione così di confine? 
L'imprevedibilità delle situazioni è analoga. 
-mm-@live.it